Ciao sono l’ attacco di panico

Ciao sono l’ attacco di panico, non mi aspettavi oggi vero? 

So che hai paura di me perchè arrivo improvvisamente e quando meno te lo aspetti. Anzi, più temi che arrivo e più io mi faccio trovare ed esplodo in tutta la mia aggressività. 

Vengo e molte volte ti metto a disagio in mezzo ad altre persone, facendoti sprofondare nel buco nero dello sconforto e della vergogna.

Mi avvinghio a te con i miei artigli da arpia nei momenti meno opportuni, quando sei a fare la spesa, quando esci per andare al lavoro, quando sei tra amici per un aperitivo in un bar affollato.

Soprattutto la notte, quando arrivo, al buio, nel silenzio, so di essere minaccioso e terrificante. E in quel momento so di trovarti nudo davanti alle tue insicurezze e insoddisfazioni. Debole e stanco di combattere.

Lo so, ti disperi quando mi senti arrivare, ma io non voglio farti del male, io sono qui per insegnarti qualcosa. Sei tu che mi mandi anche se non lo sai. No, non arrivo per ucciderti. In effetti non sei mai morto dopo che me ne sono andato.

Io continuerò a farti sentire la mia ingombrante presenza finché tu non mi accoglierai come un bambino tra le tue braccia amorevoli.

Devi imparare ad accettare la mia esistenza e a guardarmi in faccia. In poche parole, devi imparare ad ascoltarmi. Non sono così perfido, sai. Arrivo sì impetuoso e so essere feroce perché voglio che mi affronti. 

Posso farti tremare per mezz’ ora senza che tu riesca a fermarti.

Posso non farti dormire la notte, in preda a tachicardia e agitazione.

Posso farti sentire in trappola senza via di fuga, ansimante in preda allo sconforto.

Posso farti mancare l’aria, lasciarti boccheggiare per decine di minuti, con gli occhi sbarrati per la paura di morire.

Eh sì. Sei così preso dalla tua vita agitata e a scorrimento veloce che non hai voluto mai darmi importanza. Non vuoi essere fermato da niente e da nessuno. Nessuno può dirti cosa devi fare.

E allora sai cosa ti dico? Sono stato io ad esplodere quando eri alla guida della tua auto per andare al lavoro. Speravo che ti fermassi e pian piano tornassi a casa, pronto ad accogliermi con una tazza di the per fare due chiacchiere faccia a faccia.

Ma niente. Non c’ è stato nulla da fare. Testardo e imperterrito mi hai cacciato via e hai ripreso la tua routine quotidiana, facendo finta di niente. 

Pensi di essere forte vero? Pensi di farcela da solo eh? Perché chiedere aiuto? Sei un adulto che non ha bisogno di consigli.

E’ inutile, con la razionalità non mi capirai mai, non entrerai mai nel mio perchè. Stacca la mente se vuoi un contatto genuino con me.

E’ col cuore e con l’ascolto rivolto al tuo mondo interiore che comprenderai la mia vera natura e il perchè sono venuto a parlarti. 

E allora eccomi qui, nero su bianco, qui sulla carta. Qui ho deciso di persentarmi a te, scrivendoti questa lettera.

Ora non puoi più rimandare il momento in cui darmi attenzione. Ora non mi scappi. Guardami dentro di te. Riconoscimi per quello che sono. Sono io. Sono qui. ti sto parlando. 

Non scappare via, ti prego. Non metterti sul divano in salotto a guardare uno stupido film per far finta che io non ci sia.

Non anestetizzarti con l’alcool per non sentire la mia presenza inquietante e l’infinita insicurezza che provi.

Non prendere un sonnifero per evitare di pensare a me nel tuo letto, nel silenzio della notte, per evitare di soffocare.

Non prendere quelle orribili pastiglie per annullare il tuo presente e sprofondare nell’oblio dei tuoi affanni quotidiani.

Io rimango qui comunque. 

Spero che ora tu abbia capito. Spero che sia arrivato il momento. Il momento che tu sia pronto, che respiri a fondo e metti un piede davanti all’altro senza paura per spostare la tenda tra il buio e la luce. Sali quelle scale verso la tua evoluzione di consapevolezza interiore.

E’ giunto il momento di tagliare i fili al burattino, di essere te stesso, senza ruoli, doppie facce e senza indulgere nel passato.

Ora ti svelo il messaggio che ho tenuto da parte  per te per tutto questo tempo.:tu non sei felice della tua vita, devi cambiare.

Ti trovi in una stasi tossica da cui devi uscire altrimenti non riuscirai ad evolvere e a scoprire la tua vera missione e il tuo vero talento. Se non lavorerai su questi concetti rischi di impazzire.

Strato dopo strato, togli tutto ciò che non ti serve più e che ti tiene fermo. Come strati di polvere, soffia via tutti i tuoi scudi e travestimenti che appesantiscono la tua leggera bellezza. 

Con coraggio individua la zavorra che ti fa sprofondare nell’oceano più profondo e freddo. Tagliala con un colpo deciso. Sali a galla e respira a pieni polmoni la libertà.

Ti aiuterò io a capire quali passi devi fare per ritrovare la tua strada e fiorire nella gioia di ritrovare la pienezza delle tue capacità.

Se impari ad ascoltarmi, ti prenderò per mano e inizieremo un percorso insieme. In questo modo sarà tutto più semplice e velocemente troverai il modo di attuare quei cambiamenti che sono necessari a farti sbocciare.

E’ una tua responsabilità. E’ nelle tue mani.

Ma so che è difficile perché il cambiamento costa fatica e impegno ed è molto doloroso. E’ difficile abbandonare abitudini ossidate da una vita.

Chiaro, so che preferisci fare la vittima, incolpando gli altri delle tue sventure e fallimenti. O addirittura il destino o le generazioni precedenti. 

Ma ti dò una notizia importante: il destino non è scritto, te lo costruisci tu giorno dopo giorno. E se qualcosa non va più bene per te, non ti fa evolvere verso la versione migliore di te stesso bisogna cambiarla.

Solo affrontando il dolore puoi liberarti dalla prigione in cui vivi.

Allora, non frignare, prenditi le tue responsabilità e io andrò via. Ma prima di farlo, voglio che ti sia chiara una cosa.

Io me ne andrò via definitivamente solo se tu inizierai concretamente a cambiare la tua vita e a scegliere tu quello che è meglio per te.

Bastano piccoli passi ogni giorno. Ma devi farlo. Inizia. Non mollare. Stare nell’ immobilità di una vita infelice e insoddisfacente è deleterio e autodistruttivo.

Tu meriti di più di quello che ti sei creato finora. Meriti un futuro migliore.

Inizia a cambiare l’energia che  ti circonda. Sposta i venti del cambiamento a tuo favore e aggiusta le tue vele per cavalcare l’onda e remare verso la libertà di essere te stesso.

Apri i cancelli e libera il mostro alato che vive dentro di te e si nutre della tua infelicità. Lui ti vuole schiavo del passato e dei condizionamenti che non ti hanno fatto andare nella direzione giusta al tuo vero sentire. Lascia che prenda il volo e che vada per la sua strada, che non coincide con la tua.

In conclusione, vorrei farti capire che ti ho tormentato tutto questo tempo perché era necessario al tuo percorso. Non ce l’avresti mai fatta senza di me. Saresti stata sempre la persona infelice che non avresti mai voluto essere. La brutta copia di te stesso.

Ora apri i gomiti e fai spazio attorno a te. Sei finalmente la tua priorità. Crea il tuo spazio sacro dove solo tu hai la chiave dorata per entrare. Nel fare questo, fai tacere la tua mente e ascolta il tuo corpo.

Dai al tuo corpo ciò di cui ha bisogno, cibo sano, aria fresca e pulita, luce del sole, calore. Percepisci le sensazioni del tuo corpo, quando è soddisfatto e quando invece non lo è.

Inizia a trattarti da Re. Non sminuirti più. Mettiti sul piedistallo e inizia a darti tutte le attenzioni di cui ti sei privato per tutto questo tempo. Non giudicarti. Sii tenero e compassionevole con te stesso. Riprendi in mano la tua vita, il tuo tempo, il tuo ritmo. Dai valore a te stesso.

Abbiamo solo questa vita e questo tempo. Non buttarlo via.

Quindi la prossima volta che mi senti arrivare, respira, chiudi gli occhi, rilassati. Lascia andare tutte le tensioni e accoglimi serenamente. Fluisci con le sensazioni che ti arrivano in quel momento. Goditi quell’attimo. Ascolta il tuo corpo. Non mandarmi via.

Dopodichè intraprendi delle piccole azioni concrete per cambiare la tua vita e vedrai che pian piano ti farò sempre meno visita e prima o poi scomparirò. 

Infine, spero che mi vedrai per quello che sono in verità: il tuo vero IO che disperato ti afferra e ti grida di ascoltarlo. 

Sono il fiore che sboccia tutti i giorni dentro di te e che vuole venire fuori al sole, coi petali soffici baciati dal vento e dalla pioggia. E che vuole vivere libero senza paura di essere calpestato.

IO TI AMO

Con immensa stima e gratitudine

Il tuo vero IO mascherato da attacco di Panico

Un abbraccio

Scritto da Sara Bendandi e liberamente ispirato all’ estratto “ Ciao sono l’ansia” contenuto nel libro “ Le streghe vanno a letto presto” di Carla Babudri. Edizione Unosolocielo, 2018 

Metodo Harmonia

Risolvi i problemi di umore in modo naturale grazie ad un metodo unico.

Colloquio telefonico gratuito​

Riceverai un messaggio (sms) per prendere un appuntamento telefonico e capire insieme se il metodo fa al tuo caso.

Se fa al tuo caso, verrai per la prima sessione in studio, al costo di  39€ – in offerta per farti conoscere il metodo.


La prima sessione è protetta dalla mia speciale garanzia “soddisfatto oppure è gratis“.

Anche se arrivi fino alla fine della sessione e non sarai soddisfatto/a, non dovrai darmi spiegazioni, potrai andare via senza pagare.

Tabita Ruzzier
Tabita Ruzzier 6 ottobre 2020
Leggi Tutto
Per motivi lavorativi e di tensione nell'ambiente di lavoro ho iniziato a soffrire di disturbi dell'umore. La mia ansia era alle stelle e il mio mal di schiena ha cominciato a peggiorare fino a non riuscire più a svolgere gli impegni quotidiani. Ho provato la fisioterapia ed esercizi specifici. Hanno risolto momentaneamente il problema, e poco dopo aver finito le sedute, il mal di schiena si ripresentava puntuale. Poi ho conosciuto Sara e ho provato il Metodo Harmonia coi suoi massaggi. Che bella sorpresa! Il mio umore è migliorato tantissimo e le preoccupazioni si sono dissolte pian piano. E poi ho risolto in gran parte il mio mal di schiena cronico. Grazie Sara
Valentina Peretti
Valentina Peretti18 febbraio 2020
Leggi Tutto
Negli ultimi 6 mesi ho iniziato a soffrire di insonnia per problemi familiari. Mi svegliavo alle 3 di notte non riuscendo più a dormire. La mia quotidianità ne ha risentito molto e anche il rapporto con i miei figli. Ho ricevuto sessioni di massaggio thailandese e avevo miglioramenti ma ancora non dormivo bene. Il sonno continuava a essere disturbato. Non sapevo a chi altro rivolgermi, non volevo prendere medicinali. Sono venuta a conoscenza di Sara e ho provato il suo metodo Harmonia. Dopo le prime sessioni ho iniziato ad avere un sonno continuativo e a dormire fino alle 6 del mattino. La mia vita è molto migliorata. Sono felice di aver incontrato Sara

Dichiarazione di Esclusione di Responsabilità

MetodoHarmonia.it contiene articoli su argomenti medici e anche se l’informazione è accurata, potrebbe non applicarsi agli specifici sintomi. L’informazione medica fornita su MetodoHarmonia.it non può comunque sostituire il consiglio di un professionista abilitato, ovvero un dottore, infermiere, farmacista o simili: è di natura generale e a scopo divulgativo. Le nozioni di medicina e le eventuali informazioni su procedure mediche o medico-alternative e/o descrizioni di farmaci o prodotti d’uso indicati negli articoli hanno unicamente un fine illustrativo e non consentono da soli di acquisire la manualità e l’esperienza indispensabili per un loro uso o pratica.